Il gesto di nonno Carmine è per Sara e per tutti i bambini

‘Voglio prendermi cura di lei anche quando non ci sarò più». Per nonno Carmine è questa la promessa più importante che ha fatto alla sua nipotina del cuore, Sara: una bambina di tre anni affetta da una malattia genetica rara, la sclerosi tuberosa. La malattia di Sara causa gravi danni al sistema nervoso centrale: sono questi a scatenare le sue crisi epilettiche, disturbi comportamentali e di apprendimento, a cui si aggiungono danni seri al cuore, ai polmoni, ai reni, alla pelle e alla vista. Ostacoli e difficoltà che hanno cementato l’unione con suo nonno e, forse, l’hanno rafforzata ancora di più: per Carmine ogni scusa è buona per stare insieme alla sua piccola, e insieme si divertono da matti.
«Sara non deve mai piangere – racconta ancora Carmine – soffre già tanto a causa della sua malattia! Non le dico mai di no. Non amo i no ‘stupidi’. Ogni giorno deve già affrontare tante sofferenze».
Per Sara la ricerca è l’unica soluzione. È per questo che Carmine, in accordo con sua moglie, ha deciso di destinare un lascito a Telethon: «Perché voglio dare una speranza concreta di cura a tutti i bambini che combattono contro queste malattie genetiche rare».

GUIDA AI LASCITI

Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato

Tutte le informazioni utili per fare un lascito solidale