NUOVE STRADE PER LA SOLIDARIETÀ, LA STORIA DI ROBIN WILLIAMS

 

 

Le vie della solidarietà sono infinite. Questo è quello che in molti hanno pensato quando si è conclusa la triste vicenda dell’eredità di Robin Williams, il grande comico americano che ci ha lasciato tragicamente nell’agosto 2014.
Il famoso attore, protagonista dei capolavori cinematografici Will Hunting, Good Morning, Vietnam, L’attimo fuggente e molti altri, ha infatti stupito tutti e, anche questa volta come tante altre, è uscito di scena lasciando alcuni spettatori a bocca aperta, altri a bocca asciutta. Infatti, come riportato dalla testata statunitense ‘The Hollywood Reporter’, l’attore ha deciso di destinare in beneficenza i propri diritti d’immagine.

 

Robin Williams, che in molti ricorderanno come il “Dottor Patch”, nel proprio testamento, ha disposto così: un lascito solidale a favore della Windfall Foundation, una fondazione creata ad hoc, che disporrà dell’uso dei diritti d’immagine dell’attore per i prossimi 25 anni (utilizzo del nome, della firma e delle fotografie). E il mandato non lascia spazio ad ulteriori interpretazioni: destinare gli introiti dei diritti ad associazioni benefiche internazionali. D’altronde non potevamo aspettarci qualcosa di diverso dal sostenitore della “terapia del buon umore”.

 

Ovviamente questa vicenda rientra in quella categoria di casi che potremmo definire eccezionali. Secondo le statistiche, però, è cresciuto del 10% negli ultimi 10 anni il numero degli italiani che inseriscono il lascito solidale nelle loro ultime volontà. A donare sono soprattutto donne, in oltre il 60% dei casi. E il fenomeno riguarda in larga parte proprio donazioni di medie e piccole entità: in oltre il 50% dei casi – ci dicono i notai italiani – il valore del lascito è sotto i 20 mila euro, il 25% è compreso tra i 20mila e i 50mila euro, il 18,1% va dai 50mila ai 100mila euro, e una piccola fetta, pari al 8,5% dei lasciti effettuati, supera i 100mila euro.

 

Tutti i lasciti solidali – anche i più piccoli – che silenziosamente arrivano dalle persone comuni, danno forza al lavoro delle tante organizzazioni italiane impegnate nelle più importanti cause umanitarie, sociali e mediche, in Italia e nel mondo. In questo senso, chi compie un lascito solidale è una vera “celebrity” per le tantissime persone che beneficiano della sua generosità.

 

L’importante è ricordare che nella vita compiere un atto di generosità arricchisce sicuramente chi lo riceve ma rende speciale anche chi lo compie. E poi non dimenticate:

 

“Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina”.

 

Vuoi saperne di più su lasciti solidali? Scarica l’utile guida!

Ti potrebbero interessare anche:

GUIDA AI LASCITI

Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato

Tutte le informazioni utili per fare un lascito solidale