La forza di una mamma: la storia di Salcina

Salcina ha 38 anni e vive a Nongote, un piccolo villaggio situato in una delle province più povere di Gaza, a sud del Mozambico. Ha due figli, Jaime e Angelina. Per garantire loro cibo e tutto il necessario per crescere, è sempre stata costretta a consumare alimenti selvatici, vendere bestiame e acquistare prodotti agricoli in un mercato a 138 km dalla sua casa.

Da luglio 2015 però, l’alternarsi di periodi di siccità e alluvioni, ha causato una riduzione delle colture e di pascoli per il bestiame. Le famiglie hanno esaurito le loro riserve di cibo provocando la crescita dei casi di malnutrizione, lasciando Salcina e la sua comunità in uno stato di insicurezza alimentare.

Alla fine del 2016 mi trovavo in un momento molto difficile. Erano ormai due stagioni che le mie colture producevano poco o nulla a causa di siccità e alluvioni. Le nostre riserve alimentari, già molto scarse, si sono esaurite. Non potevo nemmeno viaggiare fino al mercato di Chokwé per comprare i prodotti perché era troppo costoso” ci ha raccontato Salcina. “All’inizio del 2017 sono entrata a far parte di un gruppo di agricoltori promosso da Save the Children nel progetto di Sicurezza Alimentare dove ho avuto l’opportunità di imparare la coltivazione di vari tipi di semi. Dopo la grave siccità, entrare a far parte di questo gruppo è stata una benedizione per me e i miei due bambini, così come per gli altri. Ho potuto assicurare cibo alla mia famiglia e ho finalmente potuto vendere i prodotti della mia fattoria. In questo modo sono riuscita ad acquistare il materiale scolastico per i miei figli”, conclude la nostra mamma.

Grazie al progetto di Save the Children, oggi Salcina assicura ai suoi bambini una crescita lontana dalla minaccia della malnutrizione.

Un gesto semplice come un dono nel proprio testamento o in una polizza vita può garantire a tante famiglie come quelle di Salcina tutto questo.
Ogni lascito, grande o piccolo che sia, potrà fornire un sostegno a lungo termine alle nostre attività per la sicurezza alimentare, la resistenza alle calamità naturali e la resilienza delle comunità locali.

GUIDA AI LASCITI

Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato

Tutte le informazioni utili per fare un lascito solidale