AIUTARE GLI ALTRI: UN DONO DI FAMIGLIA

Intervista a Emanuela Di Pietro – Responsabile Lasciti di AISM

 

Ciao Emanuela, qual è la storia di lasciti che ricordi con più piacere?

Dietro ogni donazione c’è una storia, ci sono persone, sempre sorprendenti per chi abbia il gusto di fermarsi a conoscerle. Una di queste storie è quella della signora Margherita, che ha lasciato la propria eredità a tre associazioni, tra cui AISM. Con la vendita degli immobili ricevuti attraverso il lascito, AISM ha ricavato fondi  destinati alla ricerca scientifica sulla sclerosi multipla.

 

Ci racconti qualcosa sulla Signora Margherita?

Margherita era nata, negli anni ‘20, in una grande famiglia contadina, in cui vivevano a stretto contatto. Amava cucinare ed era lei che costantemente raggruppava tutti, fratelli e nipoti. Una tradizione forse d’altri tempi, ma condivisa anche dalle famiglie d’origine delle nipoti acquisite, dove pure si usava ogni domenica allargare la tavolata, con un posto sempre riservato, magari, per un’amica anziana o una persona povera del paese. Margherita, amante della tavola piena di persone, ha avuto una vita difficile, è rimasta vedova  poco più che ventenne, con un figlio piccolo da crescere. Chi si è trovato nelle condizioni di doversi rimboccare le maniche, come lei, spesso è anche chi sa sempre donare accoglienza. Il figlio di Margherita si è ammalato molto presto, ha dovuto curarsi per molti anni ed, infine, è morto giovanissimo.  Nella sua vita, Margherita ha conosciuto anche la sclerosi multipla, malattia che è stata diagnosticata ad un giovane membro della sua famiglia allargata al quale è stato sempre molto vicina fino a scegliere di continuare ad esserlo anche dopo la morte, lasciando la propria eredità alle associazioni che aveva conosciuto in vita e che lavorano per curare e per fare ricerca. Tra queste, appunto, AISM.

 

Cosa significa per te il lascito di Margherita?

Lei, che aveva ben conosciuto la sofferenza di chi vive con malattie serie, spesso invalidanti, con la sua donazione da destinare alla ricerca ha voluto compiere un atto d’amore e dare speranza a ad altre persone. Un atto d’amore, dunque, che, ancora una volta ha allargato i confini della famiglia della signora Margherita. Una scelta condivisa da tutti i parenti rimasti, convinti come Margherita che si deve sempre cercare di vivere al meglio qualsiasi sia la situazione si sta affrontando.

Ti potrebbero interessare anche:

GUIDA AI LASCITI

Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato

Tutte le informazioni utili per fare un lascito solidale